AnconaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

Sequestrate dalla Guardia di Finanza 24 tonnellate di pellet

Il prodotto, rinvenuto nel corso dei controlli operati presso il porto dorico, non è risultato confacente ai termini di legge

1.433 Letture
commenti
Il porto di Ancona

La Guardia di Finanza di Ancona, nella giornata di giovedì 30 aprile, ha individuato e posto sotto sequestro 24 tonnellate di pellet, che stavano per essere introdotte in Italia senza i requisiti necessari stabiliti dal Codice di Consumo.

La merce, rinvenuta nel corso dei controlli effettuati insieme all’Agenzia delle Dogane, si trovava all’interno di un autoarticolato proveniente dalla Grecia, appena giunto nel porto dorico e condotto da un cittadino bulgaro.

In seguito agli accertamenti effettuati sui documenti di accompagnamento del prodotto (composto da segatura essiccata e compressa in cilindri), i finanzieri hanno riscontrato che il carico proveniva proprio dalla Bulgaria: dagli atti non emergeva però alcun dato riguardante il produttore, com’è invece richiesto per ogni prodotto destinato alla vendita nel nostro Paese.

La merce, suddivisa in 1.600 confezioni, ciascuna delle quali da 15 chilogrammi, è stata pertanto sottoposta a sequestro amministrativo: il destinatario, titolare di una ditta con sede nelle vicinanze di Firenze, è stato invece segnalato alla locale Camera di Commercio, che decreterà le sanzioni previste dai termini di legge.

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Ancona Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!