AnconaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

Due arresti ad Ancona e Loreto, erano parte di un’organizzazione diffusa in tutta Italia

29 gli arrestati in tutto il territorio nazionale: sequestrato un chilo di cocaina e 23.000 euro falsi

5.826 Letture
commenti
Cocaina

Nella mattinata di martedì 9 giugno la Polizia di Stato ha tratto in arresto in tutta Italia 29 individui, ritenuti aderenti ad un’organizzazione criminale formata sia da italiani che da albanesi, responsabile dello spaccio di sostanze stupefacenti in diverse regioni del Bel Paese.

L’indagine, denominata “Operazione Titano” poiché uno dei primi criminali ad essere identificato risiedeva a San Marino, è stata condotta dalla Squadra Mobile di Rimini, dove l’organizzazione aveva la propria base operativa, e ha permesso di evidenziare le ramificazioni della stessa a Milano, Ravenna, Pesaro, Agrigento e Ancona.

Proprio nel capoluogo dorico è avvenuto l’arresto di Eder Shpati, 29enne albanese residente nel quartiere Palombare, poi trasportato presso il carcere di Montacuto: è stato invece rintracciato a Loreto, dove dovrà sottostare agli arresti domiciliari, il 45enne Roberto Cesca, originario di Rimini.

A coronamento delle indagini, sono stati posti sotto sequestro oltre un chilo di cocaina e 23.000 euro di banconote falsificate: le forze dell’ordine hanno inoltre richiesto e ottenuto un decreto di chiusura per 30 giorni nei confronti del “Coconuts” di Rimini, famoso locale notturno identificato come ”piazza privilegiata” dello spaccio di droga da parte dell’organizzazione criminale.

I 29 arrestati dovranno rispondere a vario titolo di concorso in detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti, estorsione, porto abusivo d’armi e spendita di banconote false.

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Ancona Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!