AnconaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

Stalking in locale di Marina di Montemarciano, arrestato

Un uomo di Castelfidardo accusato di atti persecutori sull'ex moglie

3.180 Letture
commenti
arresto dei Carabinieri, 112, manette

Un uomo di 33 anni, originario di Bari ma residente a Castelfidardo, è stato arrestato nella notte a Marina di Montemarciano dai Carabinieri della Compagnia di Senigallia.


L’uomo è accusato di atti persecutori e resistenza a pubblico ufficiale.

Una pattuglia del Nucleo Radiomobile è intervenuta presso un noto ristorante-discoteca del lungomare di Marina dove era in atto una festa di compleanno, perché una donna aveva segnalato che stava subendo insulti e minacce da parte dell’ex marito (da cui si era legalmente separata).

La donna, una trentenne di Osimo, ha riferito di essere stata seguita dal suo ex, dal quale avrebbe poi subito uno schiaffo in viso e offese: l’ex compagno avrebbe inoltre aggredito l’attuale fidanzato dalla donna, anche lui presente nel locale.

Anche in presenza dei Carabinieri giunti sul posto dopo una chiamata al 112, il trentatreenne di Castelfidardo, in stato di alterazione psico-fisica, ha continuato a pronunciare frasi ingiuriose e minacciose: i militari hanno provato a riportare l’uomo alla calma ma questi ha tentato di avere un contatto fisico con l’attuale compagno dell’ex moglie, senza riuscirvi; successivamente, ha opposto resistenza, spintonando e strattonando i carabinieri e tentando di aggredire l’ex compagna.

Nella circostanza uno dei due militari è rimasto lievemente contuso ad una mano con una prognosi di guarigione di sei giorni.

La trentenne di Osimo aveva già denunciato in passato l’ex marito per atti persecutori e nel maggio 2015 il Tribunale di Ancona aveva emesso nei confronti di quest’ultimo il provvedimento di “divieto di avvicinamento”.

Anche in caserma l’uomo, dopo essere stato dichiarato in arresto per atti persecutori e resistenza a pubblico ufficiale, ha continuato ad offendere e minacciare ripetutamente i Carabinieri che lo controllavano.

In attesa dell’udienza di convalida dell’arresto innanzi al Tribunale di Ancona il fidardense è stato posto agli arresti domiciliari nella sua abitazione.

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Ancona Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!