AnconaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

Scoperto centro massaggi a luci rosse a Falconara Marittima, una denuncia

I Carabinieri hanno incriminato una 42enne cinese per sfruttamento della prostituzione

3.781 Letture
commenti
Centro massaggi cinese a Falconara

Una 42enne di origini cinesi, F.X., è stata denunciata dai Carabinieri di Falconara Marittima nella giornata di mercoledì 30 dicembre, poiché ritenuta responsabile di aver allestito un’attività dedita alla prostituzione di alcune sue connazionali in un centro massaggi situato tra via Leopardi e via Bixio.

Le indagini dei militari sono scattate in seguito alle segnalazioni fornite da alcuni residenti, che in più occasioni avevano notato delle giovani orientali – assai poco vestite – nei pressi dell’attività commerciale, ubicata in una galleria pedonale, mentre erano intente a contrattare delle prestazioni sessuali a pagamento con un cospicuo numero di uomini.

A seguito di un controllo, è poi emerso che il numero telefonico del centro massaggi appariva in alcuni siti internet dedicati ad incontri a luci rosse: partendo da ciò i Carabinieri hanno disposto diversi appostamenti in zona, nel tentativo di appurare una volta per tutte quanto stesse accadendo realmente all’interno dell’attività.

Finalmente, nel pomeriggio di mercoledì, un militare in borghese si è finto un cliente: egli si è trovato faccia a faccia con F.X., titolare dell’esercizio commerciale, la quale dopo avergli elencato i “servizi” disponibili e i relativi prezzi ha condotto davanti a lui una giovanissima connazionale vestita solamente di biancheria intima. A quel punto il carabiniere ha svelato la propria identità, procedendo con l’identificazione delle due donne e ispezionando i locali incriminati, coadiuvato dai propri colleghi: è stato così scoperto che varie ragazze lavoravano e vivevano all’interno del centro massaggi, sebbene risiedessero apparentemente in altre località. Oltre a diverse centinaia di euro, custodite per la maggior parte da F.X., sono poi stati rinvenuti diversi capi di abbigliamento succinti e un vasto campionario di sex toys, pronti ad accontentare i gusti di ciascun cliente.

Al termine dell’operazione la 42enne è stata denunciata per il reato di sfruttamento della prostituzione, mentre il centro massaggi è stato posto sotto sequestro: gli inquirenti stanno infine tentando di dare un nome alle altre ragazze cinesi ivi impiegate, assenti al momento del blitz.

Caricamento mappa in corso...
Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Ancona Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!