AnconaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

Tragedia ad Ancona: 38enne muore per le esalazioni da monossido di carbonio

In gravissime condizioni anche la moglie

2.359 Letture
commenti
Valeria Contegiacomo e Federico Volponi

Tragedia in una villetta tra Candia e la Baraccola dove le esalazioni da monossido di carbonio sono costate le vita a Federico Volponi, ingegnere 38enne dipendente delle Ferrovie dello Stato. Il dramma si è consumato nella mattinata del 7 gennaio.

Alla base della tragedia un malfunzionamento di una stufa a pellet. Nella stanza satura del gas letale era presente anche la moglie Valeria Contegiacomo, 35enne; la donna versa in gravissime condizioni ed è stata trasferita nell’ospedale di Fano, dotato di camera iperbarica. Le esalazioni velenose hanno ucciso anche il cane della coppia.

A fare la sconcertante scoperta è stata a madre del giovane che, nella prima mattinata del 7 gennaio, si era recata nell’abitazione della coppia. Subito è stato dato l’allarme: sul posto i Vigili del Fuoco e gli uomini del 118. Per Volponi non c’è stato più nulla da fare. La famiglia della 35enne era stata colpita già duramente da un’altra tragedia familiare: nel 2005 la sorella 13enne di Valeria Contegiacomo era stata investita ed uccisa da un Suv.

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Ancona Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!