AnconaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

Chiusura dei punti nascita, folla inferocita protesta davanti al Palazzo delle Marche

Circa 3-400 persone si sono riunite ad Ancona per manifestare contro i preventivati tagli alla sanità

2.845 Letture
commenti
punti nascita, reparto maternità, ospedali, neonati

Una folla composta da almeno 300-400 persone si è mobilitata nel pomeriggio di lunedì 11 gennaio presso il Palazzo delle Marche, ad Ancona, per protestare contro i tagli alla sanità previsti dalla giunta Ceriscioli.

I manifestanti, provenienti per la maggior parte da Fabriano, Cagli, San Severino Marche e Osimo ma anche da altri centri abitati come Matelica, Sassoferrato, Genga, Fossombrone e Serra San Quirico, contestano principalmente la già annunciata chiusura dei punti nascita che non garantiscono almeno 500 parti all’anno: nello stabile situato in piazza Cavour è infatti riunita la Commissione Salute, presieduta da Valerio Volpini, che sta appunto trattando la delicata questione.

In diverse occasioni i toni si sono surriscaldati: la folla, che ha duramente apostrofato i membri della commissione con epiteti quali “ladri”, “assassini” e “parassiti”, ha persino tentato di penetrare nell’edificio, venendo però bloccata dalle forze dell’ordine presenti sul posto per garantire l’ordine pubblico.

Alcuni tra i sindaci più restii alla chiusura dei punti nascita, vale a dire quelli di Urbino, Osimo e San Severino Marche, hanno dapprima avuto un colloquio con i rappresentanti della minoranza consiliare, riuscendo poi ad incontrare lo stesso Volpini: si segnalano d’altro canto disagi abbastanza rilevanti alla circolazione stradale.

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Ancona Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!