AnconaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

Europei atletica indoor ad Ancona: Ottaviani, 100 anni, è argento

Altra impresa del pesarese ma soddisfazioni arrivano pure per papà Tamberi

2.638 Letture
commenti
L'atleta Aquarone

Si è svolta ad Ancona mercoledì 30 marzo la seconda delle sei giornate dei CampionatiEuropei Master Indoor.

Giuseppe Ottaviani, grande protagonista della cerimonia d’apertura, ha iniziato la sua avventura con una medaglia d’argento nel salto in lungo.

Meglio del quasi centenario di Sant’Ippolito (PU), quest’anno già ospite della serata d’apertura del Festival di Sanremo, ha fatto Emmerich Zensch. Sessantuno centimetri (1,90 a 1,29) e tre anni e mezzo di differenza tra l’oro dell’austriaco (classe 1919) e l’argento del marchigiano (classe 1916).

In mattinata nei 3000 metri è arrivato anche il primato europeo di categoria M85 dell’imperiese Luciano Acquarone (foto), vincitore in 15:47.14. Al femminile bella tripletta nei 3000 W50 con un “en plein” azzurro firmato nell’ordine da Elena Fustella, Spyridoula Souma e Donatella Saiu: sul podio emoziona sentire le tre sorelle d’Italia cantare l’inno nazionale a squarciagola. Gare senza sosta al Palaindoor, dove è in piena attività anche una nutrita pattuglia di fotografi: basti pensare che in un giorno mezzo di competizioni il service ufficiale dell’evento ha già scattato oltre 30.000 foto. E siamo ancora solo all’inizio.

Marco Tamberi, il papà-coach di “Golden Gimbo”, mette intanto nel bottino di questa stagione indoor un’altra medaglia. Dopo lo spettacolare oro conquistato dal figlio Gianmarco ai Mondiali di Portland, il 30 marzo la soddisfazione del podio è arrivata grazie a Marco De Angelis che proprio nell’alto si è messo al collo il bronzo nella categoria M40. Marchigiano, 44 anni, da sempre in forza allo storico sodalizio dell’Atletica Sangiorgese, De Angelis oggi ha saltato 1,83 alle spalle del francese Nils Portemer (1,98) e del lettone Peteris Valdmanis (1,95). L’altista è originario di Porto San Giorgio, ma vive e lavora da anni ad Ancona come informatico presso il Gruppo Angelini. Proprio nel capoluogo dorico è avvenuto l’incontro con la Tamberi-family da qui la scelta di farsi seguire da Marco, a sua volta azzurro ed ex primatista italiano assoluto indoor. Una collaborazione tecnica che nel giro di qualche stagione l’ha portato a migliorarsi fino a 1,89 in occasione dei Europei Master Indoor di Torun.

Ma gli occhi degli spettatori si sono concentrati anche su una new-entry della manifestazione. Ruth Marie Dales era all’esordio assoluto in una rassegna internazionale master di atletica dove si è cimentata come sprinter nei 60 metri. Britannica 35enne, originaria delle Midlands, ad Ancona la sua corsa si è fermata in batteria: 8.36 il tempo che ne ha fatto la prima delle escluse dal passaggio del turno in semifinale. La sua presenza, tuttavia, seppur velocissima non è passata inosservata ai mille occhi del Palaindoor, anche se la bionda Ruth è abituata a stare sotto i riflettori. Nella vita di tutti i giorni, infatti, è una modella nell’ambito del fitness e proprio in questa veste ha preso parte a diverse competizioni di livello internazionale. “Mi sono davvero divertita – il commento di Ruth via Facebook – e posso ritenermi soddisfatta della mia performance. L’atletica è la base delle mia preparazione e ho ricominciato ad allenarmi dopo quattro mesi di stop per infortuni. Se tutto andrà come previsto spero di partecipare anche ai Mondiali outdoor”. Intanto i social network e la platea della manifestazione ad Ancona l’hanno già simpaticamente proclamata “Miss Campionati”.

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Ancona Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!