AnconaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

Maxi-operazione della Guardia di Finanza di Ancona, sequestrati beni per oltre 1.500.000 euro

Nel mirino le proprietà di un 54enne già condannato per traffico internazionale di stupefacenti

1.359 Letture
commenti
Guardia di Finanza

La Guardia di Finanza di Ancona, in collaborazione con i propri colleghi di Perugia, ha compiuto un maxi-sequestro di beni mobili e immobili, tutti riconducibili ad un pluripregiudicato di 54 anni.

Il sequestro è stato effettuato in ottemperanza a quanto disposto dalla Sezione Penale della Corte di Appello di Perugia: l’individuo in questione, infatti, nel 2011 era stato condannato in quanto pedina importante di un traffico internazionale di stupefacenti gestito dalla ‘ndrangheta.

Nel corso della sua attività criminale, egli era riuscito a mettere da parte una vera e propria fortuna, investita in buona parte nell’acquisto di immobili. In particolare, l’uomo aveva convogliato all’incirca 600.000 euro verso la Bulgaria, dove con la complicità della moglie e di altri suoi congiunti aveva messo le mani su alcuni possedimenti.

Sfortunatamente per lui, negli ultimi tempi la Guardia di Finanza di Ancona ha intensificato i controlli nei suoi confronti, facendo luce sulle proprietà effettivamente in suo possesso: sono così stati posti sotto sequestro beni per un valore complessivo di oltre 1.500.000 euro, tra i quali due abitazioni situate nella provincia di Ancona, diversi appartementi, due box auto e un terreno in Bulgaria, nonché una motocicletta e un’automobile di grossa cilindrata.

Tutto ciò sarà ora affidato all’Autorità Nazionale preposta ad amministrare e reindirizzare i beni confiscati alle persone legate alla criminalità organizzata.

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Ancona Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!