AnconaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

“Concessioni balneari vadano a gara”: la sentenza del Consiglio di Stato

"Quando il bene si palesa come bene contendibile, l' affidamento deve avvenire mediante procedura ad evidenza pubblica"

1.058 Letture
commenti
La spiaggia e gli stabilimenti balneari a Palombina di Ancona. Foto di repertorio

Quando il demanio marittimo è utilizzato a scopi imprenditoriali, il suo affidamento deve avvenire tramite evidenza pubblica. Lo conferma una recente sentenza del Consiglio di Stato (sezione V), la n. 4911 del 23 novembre 2016, in merito a un contenzioso su uno stabilimento balneare di Polignano a Mare (Bari).

La sentenza, riassunta dalla rivista Patrimonio Pubblico, afferma che “in caso di domande concorrenti di uso riservato del bene demaniale, quando dunque questo è utilizzabile dal privato a scopi imprenditoriali, il rispetto dei principi costituzionali di imparzialità e buon andamento e di matrice europea di non discriminazione, affermatisi nel nostro ordinamento in epoca successiva al Codice della navigazione, e dunque quando il bene si palesa come bene economicamente contendibile, il relativo affidamento deve avvenire mediante procedura comparativa ad evidenza pubblica“.

Leggi il resto su SenigalliaNotizie.it

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Ancona Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!