AnconaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

Veterinario ucciso a coltellate a Osimo, fermato collaboratore di Ascoli Piceno

Shock per la morte violenta, domenica 21 maggio, di Olindo Pinciaroli, professionista molto noto nel maceratese

9.602 Letture
commenti
auto dei Carabinieri, gazzella, 112

Shock ad Osimo e nel maceratese per la morte violenta, avvenuta domenica 21 maggio, di Olindo Pinciaroli, 54 anni, veterinario di Urbisaglia ma residente a Montelupone.


L’uomo è stato trovato morto – ucciso a coltellate (al collo, all’emitorace e all’addome) presumibilmente tra le 8.30 e le 9 – in via Chiaravallese, in località San Paterniano di Osimo, non lontano dal confine con Polverigi: la vittima si trovava a bordo di un’ambulanza veterinaria ferma sul ciglio della strada, sul lato passeggero, con la portiera aperta.

Alla guida Valerio Andreucci, 23enne di Monticelli di Ascoli, collaboratore occasionale del medico, che – secondo il suo racconto – è riuscito a fuggire per i campi, ferendosi le braccia, le mani e una gamba.

Nascosto in mezzo ai campi ha poi chiamato i carabinieri sostenendo di essere in pericolo e di essere stato vittima – assieme a Pinciaroli – di un’aggressione da parte di 4 persone scese da un’auto lungo la strada: il giovane si trovava a circa 200 metri dal furgone.

Dopo un lungo interrogatorio il ragazzo è stato però posto in stato di fermo e condotto nella notte tra domenica e lunedì 22 maggio nel carcere di Montacuto di Ancona.

Sposato con una figlia di 4 anni, Pinciaroli operava in ambulatori di Macerata e del maceratese.

Grande appassionato di cavalli, aveva una scuderia nel territorio di Morrovalle ed era un volto conosciuto nei maneggi marchigiani, in palii e quintane, dove operava come veterinario.

Caricamento mappa in corso...
Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Ancona Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!