AnconaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

Rubano acqua pubblica dai canali, multati due privati cittadini e tre aziende

I cinque casi, scoperti grazie all'operato dei Carabinieri Forestali, si sono avuti tra Genga, Serra San Quirico e Maiolati Spontini

1.086 Letture
commenti
Carabinieri Forestali

A seguito dei numerosi controlli condotti nell’intera provincia di Ancona, il personale dei Carabinieri Forestali ha smascherato tre aziende e due privati cittadini colpevoli di aver attinto dalle risorse idriche pubbliche per i propri scopi personali.

Complessivamente, le forze dell’ordine hanno emanato sanzioni pecuniarie che potrebbero arrivare a circa 93.000 euro.

A Maiolati Spontini sono finiti nei guai i gestori di una centrale idroelettrica e di una società di irrigazione, attività situate entrambe presso la frazione Chiusa: in ambo i casi la quantità d’acqua prelevata era tale da mettere a repentaglio la flora e la fauna del posto, senza che venissero rispettati gli standard dettati dalla legge per garantirne la sopravvivenza.

Altri due casi si sono invece verificati a Genga, dove ad essere multati sono stati un’azienda agricola e un cittadino, sorpresi a sottrarre illegalmente l’acqua da dei canali sebbene fossero del tutto sprovvisti dei necessari permessi. Un altro individuo è stato infine sanzionato a Serra San Quirico per il medesimo comportamento illecito.

Le aziende sorprese a trafugare acqua rischiano ora una multa salatissima fino a 30.000 euro ciascuna, mentre per i privati la sanzione potrebbe raggiungere i 1.500 euro.

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Ancona Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!