AnconaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

Violazione della sorveglianza speciale, 23enne tratto in arresto a Jesi

Il giovane, un pluripregiudicato di origini tunisine, non è stato trovato in casa quando avrebbe dovuto esserci

arresto dei Carabinieri, 112, manette

Un 23enne di nazionalità tunisina, già noto alle forze dell’ordine per via di svariati furti commessi, è finito nei guai a Jesi per non aver rispettato i termini di sorveglianza speciale.

A fronte dei suoi numerosi precedenti, infatti, il giovane avrebbe dovuto risiedere obbligatoriamente nel territorio comunale jesino per almeno tre anni, nonché non lasciare la propria abitazione nella fascia oraria che va dalle 21.00 alle 7.00 del mattino.

Nella serata di sabato 25 novembre, tuttavia, i Carabinieri hanno deciso di controllare se il 23enne fosse effettivamente in casa, non trovandovi però nessuno. Il ragazzo è poi rincasato intorno alle 6.30, venendo immediatamente tratto in arresto. Nella mattinata di lunedì 27 novembre egli è quindi stato processato per direttissima e posto agli arresti domiciliari.

Le forze dell’ordine sono ora al lavoro al fine di appurare se nelle ore di assenza il 23enne stesse mettendo a segno qualche furto.

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Ancona Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!