AnconaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

Arnesi da scasso nascosti nell’auto, un arresto e due denunce ad Ancona

In manette un 40enne bulgaro in possesso di documenti falsi, appena sbarcato in Italia in compagnia di due connazionali

708 Letture
commenti
Sequestro attrezzi per furti

Nel pomeriggio di giovedì 11 gennaio gli agenti della Digos di Ancona, in collaborazione con il personale della Polizia di Frontiera marittima, hanno tratto in arresto un individuo proveniente dalla Bulgaria, denunciando contestualmente altri due suoi connazionali.

I tre sono stati fermati a bordo di un’automobile una volta scesi dalla motonave Superfast XI, partita dalla Grecia e appena giunta nel capoluogo dorico: l’uomo al volante, che si è identificato come il 40enne B.M., è però risultato essere in possesso di alcuni documenti chiaramente contraffatti, venendo perciò arrestato per via delle leggi anti-terrorismo.

In occasione dei controlli condotti sul veicolo, i poliziotti hanno poi rinvenuto numerosi attrezzi utilizzabili per mettere a segno dei furti, come trapani, cannelli di rame e altro ancora: il sospetto delle forze dell’ordine è che i tre fossero giunti in Italia con l’intenzione di prendere di mira gli sportelli bancomat. Tutti gli arnesi sono stati posti sotto sequestro.

Oltre all’arresto di B.M., la Polizia ha quindi denunciato il 30enne P.V. e il 32enne B.M.. Dalla Bulgaria sono poi arrivate conferme riguardanti l’effettiva predisposizione al crimine dei tre soggetti in questione.

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Ancona Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!