AnconaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

Una decina le strade temporaneamente chiuse al traffico ad Ancona

Scuole chiuse anche nella giornata di mercoledì 28 febbraio; ripercussioni anche per i mezzi pubblici

Neve ad Ancona

­Dopo la nevicata di stanotte tutte le ditte e i mezzi del Comune – con la supervisione del Centro Operativo Comunale attivo 24 ore su 24 – sono impegnati dalle prime ore del mattino a ripulire le strade dando precedenza a quelle della viabilità principale, in particolare alle vie di accesso a ospedali e altre istituzioni sanitarie, a enti pubblici e infrastrutture e agli snodi stradali.

Gradualmente gli interventi  vengono estesi anche alle vie secondarie  e periferiche in tutto il territorio comunale.

Rimangono chiuse al transito temporaneamente le seguenti vie:

Via Alpi (chiuso solo il tratto che va al Fornetto)
Via Colleverde
Via Cialdini
Via Astagno
Via Marini
Via Lamaticci
Via Podesti
Via Sanzio
Via Pergolesi
Via Santo Stefano
Via Monte San Vicino (chiuso solo il tratto vicino alla scuola)

 

Sulla pagina facebook del Comune -Ancona informa- è possibile seguire le variazioni alla viabilità, in costante evoluzione.

Per segnalazioni e informazioni sono sempre attivi i numeri telefonici del COC: 071.222.3008-3067 e il fax 4046.

Quanto alla circolazione dei mezzi pubblici, anche nella giornata odierna alcune corse restano sospese e determinati tragitti sono stati modificati: per informazioni si consiglia di consultare il sito di Conerobus in costante aggiornamento.

Da questa mattina, inoltre, sono al lavoro gli spalatori, coordinati dai tecnici comunali e distribuiti con più turni nei vari quartieri. La priorità viene data anche in questo caso ai punti sensibili, quali ospedali e strutture sanitarie, sedi istituzionali, uffici pubblici, mercati, piazze ecc, nella rimozione di neve e ghiaccio.

 

Le scuole di ogni ordine e grado -inclusi i nidi privati-  sono chiuse e lo resteranno anche domani, come anche tutti i centri diurni per disabili  Il Sole -Laboratori e Mestieri-Mattinando-Centro del Lavoro Guidato-Papa Giovanni XXIII.

Chiusi anche i centri di aggregazione  La Cicala-La bottega della fantasia- Flipper- Trovamici-La pantera rosa -La nuvola-Il castello dei sogni-Nonni e nipoti

 

Mentre riprende a nevicare,  ancora una volta l’Amministrazione ricorda agli automobilisti di seguire i comportamenti indicati dall’ordinanza emessa dal Sindaco in caso di neve  o in presenza di strade coperte da coltre nevosa o ghiaccio

Su tutte le strade comunali o vicinali e le aree pubbliche aperte al traffico:

è vietata la circolazione di veicoli di ogni tipo privi di pneumatici invernali o di sistemi antisdrucciolo, quali catene da neve o similari conformi alle prescrizioni del vigente Codice della Strada; tutti i veicoli devono essere muniti di pneumatici invernali o di catene o altri sistemi antisdrucciolo conformi;

è vietato lasciare  in sosta i veicoli su tutte le corsie di marcia delle strade comunali e vicinali in assenza di pneumatici o dispositivi antisdrucciolo. I veicoli in difetto saranno assoggettati alle sanzioni previste per la violazione dell’ordinanza nonché  rimozione del veicolo a spese dei proprietari

 

In tutte le aree urbane, commerciali ed artigianali del territorio comunale:

i proprietari, gli Amministratori di Condomini, i titolari di esercizi pubblici o commerciali o utilizzatori, a qualsiasi titolo, di edifici privati e loro pertinenze o terreni a qualunque scopo oggetto delle rispettive responsabilità, per tutto il fronte sulla strada pubblica degli immobili indicati, sui marciapiedi, o se il marciapiede non esiste sulle aree soggette a pubblico passaggio, sono obbligati (laddove trattasi di aree pubbliche) ovvero invitati (nel caso trattasi di aree private):

allo sgombero della neve, alla rottura e/o copertura con materiale adatto del ghiaccio, nonché ad evitare lo spandimento di acqua che possa provocarne il congelamento;

obbligati ad accumulare la neve od il ghiaccio in modo da non impedire la circolazione veicolare e pedonale, evitando di ostruire gli scarichi e i pozzetti stradali;

ad aprire varchi in attraversamento della neve accumulata ai bordi della strada, in corrispondenza di caditoie prospicienti i fabbricati per facilitare il deflusso delle acque di scioglimento della neve;

ad abbattere eventuali festoni di neve e/o lame di ghiaccio pendenti dai cornicioni dei tetti, dalle grondaie, sui balconi o terrazzi o su altre sporgenze che proiettano sulla pubblica via, nonché tutti i blocchi di neve o ghiaccio che possano scivolare, al fine di salvaguardare l’incolumità di pedoni o recare, in genere, pregiudizio per persone o cose.

Qualora si rendesse necessario provvedere alla rimozione della neve dai tetti, terrazze, balconi o, in genere, da qualunque sito elevato, la rimozione deve essere effettuata senza interessare il suolo pubblico. Qualora ciò non sia obiettivamente possibile, le operazioni di sgombero e di abbattimento devono essere eseguite delimitando preliminarmente ed in modo efficace l’area interessata ed adottando ogni possibile cautela, non esclusa la presenza di persone addette alla vigilanza e/o movieri addetti alla regolazione del traffico.

Nei casi di particolare problematicità per il passaggio di pedoni o mezzi, dovrà essere dato avviso al Comando di Polizia Municipale.

La neve o il ghiaccio accumulato su marciapiede o area pubblica non dovrà ostruire il passaggio dei pedoni e dei mezzi;

  1. è vietato il deposito, sui marciapiedi, sulle vie e strade, o comunque su suolo pubblico, della neve accumulata in cortili o luoghi privati;
  2. i titolari e/o utilizzatori dei passi carrai debbono provvedere alla rimozione della neve dai rispettivi spazi di competenza;
  3. i proprietari e/o possessori e/o utilizzatori di aree in cui insistano piante o alberi, che a causa della neve possano minacciare pericolo o pregiudizio per persone e cose in transito sulla pubblica via, sono obbligati a provvedere alla  rimozione della neve, al taglio dei rami e/o all’abbattimento degli alberi pericolosi.  Nel caso in cui i rami o gli alberi, sotto il peso della neve, si siano rotti o spezzati e ingombrino o minaccino il pubblico passaggio, i medesimi soggetti di cui al precedente capoverso debbono provvedere a tagliare i rami o l’intero albero.

Per violazioni all’ordinanza,  la sanzione amministrativa va da € 77,00 ad € 500,00.

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Ancona Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!