AnconaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

Jesi, esplode la caldaia dell’ospedale “Carlo Urbani”: ferito un operaio di 50 anni

L'uomo, rimasto ustionato, è stato trasportato d'urgenza in eliambulanza all'ospedale regionale di Torrette di Ancona

1.695 Letture
commenti
Esplosione della caldaia dell'ospedale di Jesi

Paura a Jesi nella tarda mattinata di martedì 26 marzo per l’esplosione che ha coinvolto la caldaia adibita al riscaldamento dell’ospedale “Carlo Urbani”: rimasto ferito un manutentore di 50 anni.

Il fatto, verificatosi per cause ancora in fase di ricostruzione, è avvenuto poco prima delle ore 13.00. Il 50enne è stato investito in pieno dallo scoppio, riportando in tal modo delle ustioni significative su parte del proprio corpo: dopo aver ricevuto sul posto le prime cure del caso, egli è stato successivamente trasportato in eliambulanza presso l’ospedale regionale di Torrette di Ancona.

Vigili del Fuoco e tecnici comunali si sono quindi messi al lavoro al fine di ripristinare le corrette funzioni dell’impianto ausiliario, così da garantire la fornitura sia del riscaldamento che dell’acqua calda all’intera struttura ospedaliera. La caldaia in questione, la cui struttura non avrebbe accusato danni strutturali, è stata ora posta sotto sequestro.

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Ancona Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!