AnconaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

A fianco di Karim e dei combattenti kurdi per resistere al califfato fascista dell’Isis

Gli attivisti dell'Arvultura di Senigallia: "difende l'occidente dalla barbàrie degli integralisti, non è un terrorista"

2.524 Letture
commenti
Gli attivisti dell'Arvultura durante la conferenza stampa per annunciare che il loro compagno KArim Franceschi è a Kobane a fianco dei combattenti kurdi

Tutto è partito dalla staffetta solidale (e di resistenza attiva) organizzata a novembre ’14 dai centri sociali delle Marche e di altre regioni, per portare aiuti umanitari alla popolazione delle città di Suruc e Kobane, al confine tra Kurdistan e Turchia. Poi quella sensazione che “qualsiasi sforzo al di fuori di quello militare, per quanto nobile e condivisibile, si limiti a tamponare il sangue senza però curare la ferita“. E così la scelta di partire. Di nuovo.

Karim Franceschi, 25enne di Senigallia, ha espresso le sue ragioni per cui ha intrapreso agli inizi di gennaio una strada, quella del combattimento e non solo dell’aiuto umanitario, molto rischiosa. Ragioni che sono state rese pubbliche attraverso una lettera in cui ha dichiarato perché schierarsi contro il califfato dell’ISIS e a favore della libertà e della democrazia…

 

Continua a leggere su SenigalliaNotizie.it

Caricamento mappa in corso...
Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Ancona Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!