AnconaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

Bracconaggio nel parco della Gola della Rossa e di Frasassi: l’appello del WWF Marche

Dopo il ritrovamento di un esemplare di aquila reale in fin di vita, il delegato Angelini chiede che vengano individuati i colpevoli

1.077 Letture
commenti
L'aquila reale che "abita" il parco Naturale regionale della Gola della Rossa e di Frasassi

Un giovane esemplare di aquila reale è stato recuperato in fin di vita sabato 19 agosto dall’Enpa di Fabriano nel parco naturale regionale della Gola della Rossa e di Frasassi. Si tratta di un volatile molto importante a cui è stato sparato: l’animale rinvenuto a terra, è stato portato presso una clinica veterinaria dove le lastre radiologiche hanno evidenziato la presenza di pallini di piombo per la caccia nel cranio e nel corpo.

Oltre al rischio di morte per l’animale, c’è un rischio maggiore che sta vivendo il parco nel suo complesso: i continui “attacchi alla biodiversità – rende noto Jacopo Angelini, delegato WWF per le Marche – devono essere immediatamente fermati. La coppia di di aquila reale presente nel parco è l’unica della provincia di Ancona ed è rara e preziosa per gli equilibri degli ecosistemi appenninici”.

Con lo scopo di preservare gli habitat, le specie e l’ambiente in generale, il WWF chiede che vengano repressi con forza i tentativi di bracconaggio e lancia l’appello ai Carabinieri Forestali affinché i responsabili vengano individuati e perseguiti.

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Ancona Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!