AnconaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

Aggressione di Candia, i cani si erano già comportati in maniera pericolosa

I due corsi che hanno assaltato Gabriella Nicolini sarebbero già stati protagonisti di assalti a persone e animali

2.162 Letture
commenti
Aggressione cane corso ad Ancona

La feroce aggressione ai danni di Gabriella Nicolini, l’avvocatessa assaltata a Candia domenica 19 aprile da due cani corsi, poteva essere evitata. È quanto emerge dalle testimonianze raccolte tra i vicini del proprietario degli animali, un pescatore calabrese trapiantato da anni nel capoluogo dorico.

I due cani, infatti, sarebbero già stati protagonisti in passato di comportamenti pericolosi, sia nei confronti delle persone del vicinato sia dei loro animali domestici. In un caso, addirittura, un cane di proprietà di un residente della zona sarebbe stato fatto a pezzi dai due corsi.

Secondo le testimonianze dei vicini, inoltre, ogni segnalazione fatta alle forze dell’ordine negli ultimi anni sarebbe rimasta inascoltata, rendendo così inevitabile, prima o poi, un fatto tragico come quello avvenuto domenica.

L’intervento degli stessi vicini avrebbe inoltre svolto un ruolo fondamentale nel prestare i primi soccorsi alla Nicolini, ora ricoverata nel reparto di chirurgia plastica dell’ospedale di Torrette. L’avvocatessa dovrebbe essere dimessa nei prossimi giorni, sebbene le sue ferite siano state giudicate guaribili in non meno di 30 giorni.

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Ancona Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!