AnconaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

Corruzione di minore e abusi sessuali, genitori rinviati a giudizio

I fatti risalgono al 2010 quando i due adulti, di Falconara, si stavano separando

2.728 Letture
commenti
Tribunale di Ancona

Corruzione di minore e violenza sessuale aggravata sono i due capi d’imputazione che pendono sul padre e sulla madre di un bimbo di 11 anni. Si è tenuta infatti ad Ancona, lunedì 18 maggio, l’udienza preliminare con cui il giudice ha richiesto il rinvio a giudizio dei due adulti.

I fatti risalgono al 2010, quando il bambino aveva solo 6 anni: secondo le accuse reciproche tra i due genitori (un ex insegnante e una casalinga) e secondo quanto emerso dalla testimonianza probatoria del piccolo, sarebbero avvenuti allora gli abusi sessuali. Abusi partiti dalla visione dei loro rapporti sessuali, poi passata a quella di film pornografici, fino a veri e propri atti sessuali compiuti – sempre secondo le accuse – dalla madre nei confronti del bambino.
Bambino che avrebbe raccontato le violenze del papà e gli abusi subiti dalla mamma e che ora si trova coi nonni materni.

Una vicenda che si inserisce in un più caotico e nervoso processo di separazione tra i due coniugi che si rimpallano accuse gravi e su cui il giudice edl tribunale collegiale di Ancona dovrà fare chiarezza a partire dal prossimo 8 luglio.

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Ancona Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!