AnconaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

Chiaravalle, carabinieri si fingono ciclisti e arrestano uno spacciatore di eroina 27enne

Il giovane, in compagnia di un connazionale (poi denunciato), è stato bloccato lungo la pista ciclabile per Falconara

3.083 Letture
commenti

I Carabinieri di Chiaravalle, al termine di un’indagine mirata a contrastare il traffico di eroina, nella giornata di sabato 28 novembre hanno tratto in arresto un tunisino di 27 anni, Dhahbi Rahmouni, denunciando contestualmente anche un suo connazionale.

Da qualche tempo i militari erano impegnati a tenere sotto controllo un certo tratto della pista ciclabile che conduce a Falconara Marittima, dopo che alcuni residenti avevano segnalato alcuni movimenti sospetti che coinvolgevano un numero cospicuo di giovani: come se ciò non bastasse, nella stessa zona erano state rinvenute anche alcune siringhe usate.

Non potendo raggiungere l’area a bordo delle volanti, le forze dell’ordine sono dovute ricorrere ad un particolare escamotage, fingendosi ciclisti in modo tale da poter transitare lungo la pista ciclabile senza attirare l’attenzione. Così, nel pomeriggio di sabato, i carabinieri sono stati in grado di seguire gli spostamenti dei due nordafricani, i quali erano diretti in un luogo circondato dalla boscaglia.

I militari hanno pertanto deciso di fermarli prima che essi potessero far perdere le proprie tracce: cercando di sfuggire all’arresto, Rahmouini non ha esitato a colpire con una testata uno dei due carabinieri, il maresciallo Domenico Maurelli, venendo però bloccato dopo pochi istanti grazie anche all’aiuto fornito da un militare fuori servizio, che mentre stava facendo jogging nei paraggi si è accorto di quanto stava succedendo.

I due tunisini sono stati infine condotti presso la caserma di Chiaravalle, dove al termine delle procedure di rito Rahmouni è stato arrestato per spaccio, detenzione di stupefacenti ai fini di spaccio, violenza e resistenza a pubblico ufficiale: in seguito ad una perquisizione corporale, infatti, gli sono stati trovati addosso 15 grammi di eroina, già suddivisi in numerose dosi, e ben 2.000 euro derivanti dalla sua attività illecita.

Il secondo tunisino, il 37enne H.D., è stato invece denunciato a piede libero per concorso in spaccio e detenzione di stupefacenti ai fini di spaccio: nelle vicinanze del luogo dove i due sono stati individuati è stato inoltre sorpreso un giovane di 24 anni, trovato in possesso di circa 3 grammi di eroina appena acquistati dai due nordafricani.

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Ancona Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!