AnconaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

Arrestato l’uomo che si occupava della piantagione di cannabis scoperta a Jesi

Lo spacciatore si trova ora recluso nel carcere di Bolzano dopo aver tentato di lasciare l'Italia

1.210 Letture
commenti
Arresto, manette

Rintracciato e arrestato alla frontiera con l’Austria un 30enne di nazionalità albanese ritenuto strettamente correlato alla piantagione di cannabis scoperta e posta sotto sequestro a Jesi lo scorso 14 gennaio.

Nel giro di poche ore dalla scoperta del magazzino dov’erano nascosti considerevoli quantitativi di cocaina e marijuana, i Carabinieri sono stati in grado di risalire all’identità dell’individuo in questione: quest’ultimo, nel corso del week-end appena trascorso, ha così deciso di lasciare l’Italia per rifugiarsi presso alcuni suoi parenti residenti all’estero.

Il 30enne si è dunque diretto in automobile verso nord, arrivando di notte al confine con l’Austria: ad attenderlo, tuttavia, vi erano i militari allertati dai loro colleghi jesini, che avevano seguito ogni spostamento del pusher sin dalla sua partenza dalla Vallesina.

L’uomo, ora detenuto presso il carcere di Bolzano, dovrà rispondere delle accuse di traffico e detenzione di stupefacenti ai fini di spaccio e porto illegale d’arma da fuoco.

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Ancona Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!