AnconaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

Pronti a iniziare i lavori di demolizione dell’ex-circolo di via Garibaldi a Jesi

Al posto della struttura sarà realizzato un parcheggio

Veduta aerea di Jesi

Prenderanno il via domani mattina i lavori di demolizione dei resti dell’ex circolo sociale di Via Garibaldi. Dopo la pulizia effettuata nei giorni scorsi, gli operai procederanno a spianare l’intera area che sarà poi sistemata per realizzare un parcheggio destinato ai residenti e ai clienti delle attività presenti in questa parte del quartiere San Giuseppe.

Saranno una ventina i posti che verranno realizzati, ovviamente gratuiti, dando così una risposta significativa ad una zona dove il problema del parcheggio è oggettivo. L’area dove insiste l’ex circolo, come noto, era stata acquisita qualche mese fa dall’Amministrazione comunale nell’ambito di una permuta proprio con l’obiettivo di riqualificarla. L’ex circolo, infatti, era stato demolito solo in una minima parte dalla vecchia proprietà per rispondere alle esigenze di sicurezza sul rischio crolli ed era stato transennato in attesa dell’acquisizione da parte del Comune. Situazione questa che ha comportato una serie di disagi anche per il progressivo degrado e l’impossibilità di effettuare interventi di pulizia adeguati. Ora, come detto, il via ai lavori e, una volta definiti i vari passaggi amministrativi con l’approvazione di una variante in Consiglio comunale in programma mercoledì prossimo, si procederà alla realizzazione del parcheggio pubblico. L’investimento previsto è di complessivi 80 mila euro.

In programma presto anche la demolizione di altri tre fabbricati, per la quale sono stati già affidati i lavori. Sono quelli, pericolanti, situati in Via Tessitori tra la palestra Carbonari e il parco Granita. Facenti parte di una vecchia unità immobiliare di campagna, da lunghi decenni era in stato di abbandono e ormai pericolanti. Anche in questo caso si procederà ad abbattere i fabbricati e rimuovere le macerie, lasciando poi l’area destinata a verde pubblico. La spesa prevista in questo caso è pari a 53 mila euro.

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Ancona Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!