AnconaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

Incendio doloso al palascherma di Jesi, indagano i carabinieri

A fuoco l'archivio del club che ha visto crescere campioni come Vezzali, Cerioni, Trillini e Di Francisca

4.272 Letture
commenti
incendio doloso al palascherma di Jesi

E’ andata a fuoco, nella notte tra lunedì 15 e martedì 16 dicembre, una porzione del tempio della scherma marchigiana e nazionale, il palascherma di Jesi. Un incendio, doloso a quanto si apprende, quello che ha mandato in fumo anni di storia di un club che ha visto nascere, crescere e vincere campioni mondiali del calibro di Valentina Vezzali, Stefano Cerioni, Giovanna Trillini ed Elisa Di Francisca.

Sul rogo che ha bruciato l’archivio del Club Scherma stanno indagando i Carabinieri dopo le operazioni di spegnimento delle fiamme da parte dei vigili del fuoco. Probabilmente gli ignoti malviventi che si sono introdotti tagliando la recinzione metallica, erano in cerca – stando alle prime ipotesi dei militari – del Collare d’oro del Coni, consegnato sabato 13 dicembre dal presidente Giovanni Malagò. Non trovandolo, avrebbero dato fuoco alla struttura che non ha riportato ingenti danni. Funzionali le piste di atletica, anche se i locali dovranno essere bonificati dal fumo.

Notevole la perdita della memoria storica del club jesino, al cui presidente Alberto Proietti Mosca sono arrivate testimonianze di solidarietà dagli stessi atleti oltre che da eminenti personalità e autorità del mondo sportivo italiano.

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Ancona Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!