AnconaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

Arrestato 26enne anconetano per maltrattamenti in famiglia e furto

Sempre nel capoluogo dorico denunciato un cinquantenne: nella notte del 5 maggio aveva assaltato un distributore di benzina

1.889 Letture
commenti
Automobile Polizia

La Polizia di Ancona ha tratto in arresto, nel tardo pomeriggio di giovedì 7 maggio, un giovane di 26 anni, F.F., a seguito di un’ordinanza di custodia cautelare emessa nei suoi confronti da parte del Tribunale di Ancona.

Il ragazzo, residente ad Ancona, sin dal 2012 si era reso protagonista di comportamenti violenti nei confronti della propria famiglia, specialmente verso la madre e la nonna, e di alcune ex fidanzate, arrivando più volte al punto di aggredirle fisicamente e verbalmente. Inoltre il ragazzo, dedito al consumo di stupefacenti e al gioco d’azzardo, per finanziarsi i propri vizi aveva più volte compiuto dei furti di denaro e gioielli nella cerchia familiare, rivendendo poi la refurtiva il prima possibile.

In seguito a una denuncia a suo carico presentata da alcuni mesi, i poliziotti della Squadra Mobile hanno quindi provveduto a compiere ulteriori accertamenti sul conto del 26enne, raccogliendo in al frangente numerose testimonianze che ne confermavano la nomea: è inoltre emerso che in un’occasione, dopo esser stato lasciato da un’ex fidanzata, per vendicarsi F.F. aveva riempito d’acqua il serbatoio della vettura della giovane, causandone gravi danni al motore.

Arrestato per maltrattamenti in famiglia e furto, il ragazzo è stato quindi trasportato presso il carcere di Montacuto, in attesa di disposizioni dell’Autorità Giudiziaria.

Sempre nella stessa giornata, poco dopo mezzogiorno, era invece stato denunciato un 50enne residente nella provincia di Ancona, colpevole di aver assaltato, nella notte del 5 maggio, un distributore di benzina in zona Baraccola.

Le riprese effettuate dalla telecamere avevano mostrato l’autore del furto che, dopo aver tentato inutilmente di penetrare nell’ufficio adibito a cassa, aveva poi forzato la colonnina del self-service, riuscendo a sottrarre circa 100 euro.

L’uomo si è poi ripresentato nella giornata del 7 maggio presso il medesimo distributore, tenuto sotto controllo da una pattuglia della Polizia munita di motociclette. Il rapinatore, riconosciuto dalle immagini e dalle inconfondibili calzature, le stesse indossate al momento del furto, è stato così fermato dagli agenti, confessando poco dopo quanto compiuto 48 ore prima.

Nella vettura del 50enne sono inoltre stati trovati due martelli e un cacciavite, utilizzati con ogni probabilità nell’assalto notturno al distributore. Dopo esser stato condotto in Questura l’uomo, già protagonista in passato di reati contro il patrimonio, è stato denunciato all’Autorità competente.

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Ancona Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!