AnconaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

Jesi, celebrato il funerale dell’operaio suicida

Il 43enne si era tolto la vita nella casa dove abitava con i propri genitori: ancora oscure le cause alla base dell’estremo gesto

3.145 Letture
commenti
Chiesa di San Francesco a Jesi

Si sono tenute alle 9.30 di martedì 9 giugno, presso la chiesa di San Francesco d’Assisi a Jesi, le esequie dell’operaio di 43 anni che si è tolto la vita nel pomeriggio di domenica 7 giugno, impiccandosi all’interno dell’abitazione che divideva con i propri genitori.

L’uomo, che ha approfittato di pochi minuti di solitudine per mettere in atto l’estremo gesto, ha lasciato un messaggio dove chiedeva perdono alla madre e al padre per ciò che si accingeva a compiere, senza però fornire una qualsiasi spiegazione alla base della propria decisione, che ha naturalmente colto di sorpresa parenti e amici.

L’operaio, appassionato di musica e ciclismo, era da sempre ammirato per il grande impegno profuso nel proprio lavoro, che gli aveva fatto meritare la stima dei propri colleghi sebbene fosse schivo e taciturno di natura.

Athos Guerro
Pubblicato Martedì 9 giugno, 2015 
alle ore 11:31
Come ti senti dopo aver letto questo articolo?
Arrabbiato
In disaccordo
Indifferente
Felice
D'accordo
Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Ancona Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!