AnconaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

Minorenni lanciano pietre in strada a Jesi, danneggiate tre auto

Illesi per miracolo i conducenti dei veicoli colpiti: i ragazzi avrebbero agito "per gioco"

2.579 Letture
commenti
Lancio di pietre in strada a Jesi

Si è sfiorata la tragedia a Jesi nella serata di martedì 28 luglio: tre minorenni si sono resi protagonisti del lancio di alcune pietre sulle automobili in transito in via XX luglio, provocando fortunatamente solo danni alle vetture e non alle persone al loro interno.

L’allarme è stato lanciato intorno alle 20.00 su segnalazione di due automobilisti transitati sul posto, i cui veicoli erano stati danneggiati da alcuni sassi lanciati da un vicino muro di contenimento, più alto di circa sei metri rispetto alla sede stradale.

I Carabinieri di Jesi sono perciò intervenuti sul posto, sorprendendo tre giovani che alla vista dei militari si sono subito dati alla fuga. Due di loro, rincorsi a piedi, sono stati infine raggiunti in via Della Fornace e identificati come due minori di 15 e 17 anni, entrambi di origine straniera.

Nello zaino detenuto dal più grande dei due sono stati inoltre ritrovati 8 grammi di marijuana e uno di hashish, oltre a un bilancino di precisione: i Carabinieri, tornati poi insieme ai due giovani nel punto esatto da dove venivano lanciate le pietre, vi hanno rinvenuto diversi macigni pronti per essere scagliati in strada, unitamente ad una bottiglia di vetro.

I due minori sono stati infine condotti in caserma, dove sono giunti anche i loro genitori: entrambi sono stati denunciati a piede libero per danneggiamento aggravato, mentre il 17enne è stato incriminato anche per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

I ragazzi hanno ammesso le proprie responsabilità, giustificando le proprie azioni come un macabro gioco: la loro bravata si è conclusa con il danneggiamento di tre automobili (due Volkswagen, una Polo e una Touareg, e una Renault Clio) e tanto spavento per coloro che si sono trovati a passare nei loro paraggi. I Carabinieri sono ora al lavoro al fine di identificare il terzo responsabile, riuscito a dileguarsi all’arrivo dei militari.

Caricamento mappa in corso...
Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Ancona Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!