AnconaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

Danneggiamenti a sede PD, in 8 a processo per i fatti del febbraio 2014

Alcuni attivisti della provincia fecero irruzione nel circolo di piazza Stamira ad Ancona

2.298 Letture
commenti
tribunale, giudici, sentenza, giustizia, processo

Otto persone sono state rinviate a giudizio per l’invasione della sede anconetana del PD, avvenuta in piazza Stamira nel febbraio 2014 a seguito dello sgombero dell’ex asilo di via Ragusa. Un’iniziativa per cui finiranno a processo attivisti dei centri sociali delle Marche e anarchici identificati dagli agenti della Digos e denunciati per danneggiamento e violazione di domicilio.

A giudizio dunque attivisti della provincia di Ancona, tutti tra i 35 e i 40 anni, difesi dagli avv. Paolo Cognini e Giacomo Curzi, i quali contestano le modalità di identificazione e soprattutto l’entità dei danni rilevati: a finire fuori dalla finestra, nell’occasione, furono una targa (quella della sede del PD) e alcune bandiere.

Il tutto avvenne a seguito delle proteste per lo sgombero delle ex scuole materne Regina Margherita di via Ragusa, avvenuto il 5 febbraio 2014, dove agenti in assetto antisommossa portarono fuori una quarantina di persone da quella che era diventata “Casa de’ nialtri“, un rifugio per persone che non riuscivano a ottenere alcuna sistemazione, nemmeno attraverso l’edilizia residenziale pubblica (case popolari).

Per tutti e otto gli imputati il processo partirà il prossimo 9 novembre ad Ancona: sette per danneggiamento e violazione di domicilio, una per aver promosso la manifestazione senza darne avviso alla questura.

Caricamento mappa in corso...
Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Ancona Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!