AnconaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

Osimo, pastore tedesco in fin di vita dopo esser stato colpito da un cacciatore

La denuncia dell'accaduto arriva dall'Enpa: nella migliore delle ipotesi l'animale rimarrà paralizzato

3.228 Letture
commenti
caccia, cacciatori, stagione venatoria

Un pastore tedesco di nome Queena, di proprietà di una famiglia residente ad Osimo, è rimasto gravemente ferito dopo essere stato colpito da dei pallini sparati da un cacciatore.

A denunciarlo è l’Enpa, Ente Nazionale Protezione Animali, che ha segnalato come l’episodio sia successo in barba ad ogni legge sulla caccia, in particolare nei riguardi della 157/92, la quale vieta di sparare a meno di cento metri di distanza dall’abitazione più vicina.

Queena, che si trovava proprio a pochi passi dalla casa dei propri padroni, si trova attualmente in fin di vita: nella migliore delle ipotesi, qualora sopravviva alle ferite riportate, rimarrà comunque paralizzata.

«I cittadini – secondo Andrea Brutti, dell’Ufficio Fauna Selvatica dell’Enpa – sono stanchi di vivere sotto assedio, in un territorio militarizzato, dove alcune persone, spesso in violazione delle norme, si trovano a sparare in un contesto fortemente antropizzato e cementificato come quello di Osimo. Piaccia o meno, caccia e bracconaggio sono un’emergenza che tocca l’intera collettività perché quando si spara si crea un problema di sicurezza e di tutela della pubblica incolumità».

L’associazione ha inoltre colto l’occasione per richiedere di incrementare i controlli di natura medica nei confronti dei cacciatori, coinvolgendo soprattutto quelli più anziani.

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Ancona Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!