AnconaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

Ancona, minaccia il suicidio dopo il sequestro della licenza di pesca

Comandante di un peschereccio desiste dal piano solo dopo ore di contatti con Guardia Costiera e conoscenti

3.181 Letture
commenti
L'imbarcazione ormeggiata ad Ancona da cui il comandante del peschereccio ha minacciato il suicidio

Alle prime luci dell’alba di domenica mattina, 29 novembre, il comandante di un peschereccio ha ormeggiato la propria imbarcazione alla banchina adiacente la Capitaneria di porto di Ancona e minacciato di togliersi la vita affermando di volersi lanciare nel vuoto dall’estremità dell’archetto di poppa.

Il personale della Guardia Costiera intervenuto ha cercato di fermare l’uomo 72enne chiedendo, come prima cosa quali fossero le motivazioni del gesto. L’uomo ha risposto che il gesto era legato a un provvedimento di sequestro della licenza di pesca della sua imbarcazione “Dragut” eseguito appena due giorni prima, il 27 novembre su disposizione dell’Autorità Giudiziaria, nell’ambito di un’inchiesta per abuso d’ufficio e corruzione condotta dalla procura di Roma.
Sul posto è intervenuto anche il personale della Polizia di Stato, del 118 e dei Vigili del Fuoco.

L’uomo, dapprima ha rifiutato di scendere dalla torretta, poi valutate le alternative e contattato da alcuni parenti e conoscenti, dopo circa tre ore ha desistito dal suo piano ed è sceso per essere affidato alle cure del personale sanitario.

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Ancona Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!