AnconaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

Fabriano, cinque denunciati per l’inquinamento ai danni del torrente Giano

Il corso d'acqua è stato interessato dallo sversamento di alcune sostanze provenienti da un cantiere della Quadrilatero

6.037 Letture
commenti
Inquinamento del Torrente Giano, Fabriano

Nei primi giorni del mese di marzo, il personale della Guardia Forestale ha provveduto a porre sotto sequestro un impianto destinato all’accumulo delle acque provenienti da un cantiere del progetto Quadrilatero, situato in località Cancelli di Fabriano.

L’impianto in questione, anziché convogliare l’acqua verso l’impianto di depurazione, ha fatto sì che avvenisse un traboccamento nel vicino torrente Giano, il quale ha così assunto una colorazione biancastra per diversi chilometri del proprio corso.

Nonostante il sequestro, i forestali hanno autorizzato la ditta responsabile dello sversamento a procedere con la propria attività, sebbene nel pieno rispetto delle norme previste: nei prossimi giorni, comunque, l’Arpam si occuperà di effettuare delle analisi sulle acque del Giano.

Per il momento le indagini portate avanti da Serena Bizzarri, sostituto procuratore presso il Tribunale di Ancona, hanno condotto a cinque denunce, coinvolgendo anche il direttore dei lavori e il responsabile del cantiere: i reati contestati sono danneggiamento aggravato di acque pubbliche, deturpamento di bellezze naturali, immissione di rifiuti liquidi in acque pubbliche, getto pericoloso di cose e alterazione dello stato dei luoghi in zone tutelate da vincolo paesaggistico.

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Ancona Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!