AnconaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

Ancona, sequestrati più di mille capi di abbigliamento provenienti dall’Albania

Controlli delle Fiamme Gialle al porto dorico: i capi erano destinati a una società toscana, una denuncia

1.915 Letture
commenti
Il porto di Ancona

Sono stati sequestrati lunedì 16 maggio, dalla Guardia di Finanza di Ancona in collaborazione con i funzionari della locale Agenzia delle Dogane, oltre mille capi di abbigliamento provenienti dall’Albania e diretti a una società toscana.

Le Fiamme Gialle hanno proceduto alla perquisizione di un automezzo, appena sbarcato da una nave approdata al porto dorico, trovando due etichette su numerose paia di pantaloni: una con scritto “Made in Italy” ed un’altra – applicata nella parte interna posteriore, più piccola e di facile asportazione – con riportato la dicitura “Made in Albania”. I militari hanno quindi sequestrato ben 1.029 paia di pantaloni per violazione della normativa nazionale predisposta a tutela dei prodotti “Made in Italy” dato che l’indicazione aveva uno scopo fraudolento. Denunciato anche il legale rappresentante della società italiana destinataria della spedizione.

I finanzieri hanno rivenuto anche 200 giacche le quali, non essendo state dichiarate nella bolletta doganale, sono state oggetto di sequestro amministrativo.

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Ancona Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!