AnconaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

Controlli serrati ad Ancona: sette denunce e cinque fogli di via

Gli episodi si sono verificati nei pressi della stazione ferroviaria

1.870 Letture
commenti
Auto della Polizia di Ancona

Lunga giornata di controlli quella che la Polizia di Stato ha passato lunedì 8 agosto. Gli uomini delle pantere, dirette dalla Dr.ssa Cinzia Nicolini, nel corso dei controlli “a scacchiera“ effettuati nei posti più sensibili del territorio dorico, hanno identificato 50 persone e controllato decine di veicoli.

Tra gli identificati un gruppo di sei persone, note agli uomini delle Volanti e tutte con a carico pregiudizi di polizia, che alle ore 01.00 circa, arrecava disturbo in zona piazza D’armi; tutti sono stati denunciati per disturbo della quiete pubblica e per inosservanza delle prescrizioni imposte dal Questore di Ancona.

Mentre si concludevano gli atti nei confronti dei 6 individui in P.zza D’Armi, nei pressi della stazione ferroviaria un altro equipaggio delle Volanti notava un’auto con 5 persone a bordo che, alla vista degli uomini in divisa, cercavano di distogliere lo sguardo ed in particolare uno dei 5 cercava di nascondersi alla vista degli Agenti abbassandosi tra i sedili. I Poliziotti, dopo aver fermato l’auto, procedevano al controllo degli occupanti, tutti di nazionalità romena e con numerosi precedenti di Polizia, per reati contro il patrimonio; tutti e 5 sono stati muniti di foglio di via dal comune di Ancona.

In via Marconi, poco più tardi, due Poliziotti che effettuavano un controllo appiedato vedevano un soggetto di nazionalità tunisina, classe 1966, noto per il suo carattere scontroso irascibile, e persona dedita allo spaccio di sostanze stupefacenti, che, alla loro vista si dava a precipitosa fuga verso la stazione ferroviaria e, rincorso dagli Agenti, cercava nascondiglio tra le i palazzi che incontrava con degli slalom degni delle Olimpiadi. I Poliziotti non demordevano e si mettevano alle sue calcagna fino a raggiungerlo. Portato in Questura per gli accertamenti del caso, veniva ritrovato in possesso di un paio di forbici da “sarto” nascoste nello zaino che portava in spalla. Quando i Poliziotti hanno cercato di capire perché portasse con sé quelle forbici il cittadino tunisino riferiva che le avrebbe usate per tagliare la stoffa e cucire dei pantaloni a chi ne avesse fatto richiesta… Peccato che di stoffa neanche l’ombra così come di spagnolette e centimetro… L’uomo è stato pertanto denunciato in stato di libertà per porto abusivo di armi od oggetti ad offendere e le forbici sono state sequestrate.

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Ancona Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!


Cronaca
Politica
Cultura e Spettacoli
Sport
Economia
Associazioni