AnconaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

A14, è di due morti e due feriti il bilancio del crollo del cavalcavia -FOTO e VIDEO

Ascani: "E' inconcepibile eseguire lavori di questa natura senza chiudere l'A14"

2.940 Letture
commenti
Il cavalcavia crollato sull'A14

E’ di due morti e due feriti il bilancio del crollo avvenuto alle 13,30, sul cavalcavia dell’autostrada A14 all’altezza di Camerano, tra Loreto e Ancona. A cedere è stato il ponte numero 167 che si trova al chilometro 235+800. Al fine di ampliare le tre corsie nel tratto autostradale era previsto il sollevamento del cavalcavia che, al momento della tragedia era chiuso al traffico.

Le due vittime sono Emidio Diomedi, 60 anni e la moglie Antonella Viviani, 54. La coppia viveva a Spinetoli, in provincia di Ascoli Piceno. Al momento dell’incidente si trovavano a bordo di una Nissan Qashqai che stava passando sotto al ponte nel momento del crollo: i corpi sarebbero già stati recuperati.

I due feriti invece sono due operai romeni di 56 e 46 anni che stavano lavorando alla manutenzione del cavalcavia affidata a due diverse ditte. Sono stati trasportati in eliambulanza nell’ospedale di Torrette ad Ancona, le loro condizioni non sarebbero gravi nonostante siano precipitati da un’altezza di circa sette metri.

A distanza di poche ore dall’incidente arrivano anche i primi comunicati ufficiali di Autostrade per l’Italia, che gestisce gli oltre 743 chilometri della A14, fa sapere che il crollo è stato causato dal “cedimento di una struttura provvisoria posizionata a sostegno del cavalcavia, che era chiuso al traffico“.

Intervento dei Vigili del Fuoco dopo il crollo del cavalcavia A-14 a CameranoIntervento dei Vigili del Fuoco dopo il crollo del cavalcavia A-14 a CameranoIntervento dei Vigili del Fuoco dopo il crollo del cavalcavia A-14 a Camerano

E ancora: “Sulla base delle informazioni al momento acquisite, le attività di sollevamento del cavalcavia interessato dall’incidente erano state completate alle ore 11:30. Al momento dell’incidente, alle 13 circa, il personale stava realizzando attività accessorie. Sul cantiere, peraltro, era presente l’ingegnere responsabile tecnico dei lavori per la De.L.A.Be.Ch. 
La società De.L.A.Be.Ch è una società specializzata con qualifiche di legge per i lavori in oggetto e munita di certificazione delle società Protos, Bureau Vertitas e Accredia. La stessa società aveva eseguito analoghi lavori su altri cavalcavia della stessa tratta. 
Autostrade per l’Italia ha già messo a disposizione della magistratura tutti gli ementi contrattuali relativi all’affidamento dei lavori. 
Si stanno acquisendo tutti gli elementi per ricostruire la dinamica dell’evento, partendo dai documenti progettuali elaborati dalla Delabech stessa”.

Intervento dei Vigili del Fuoco dopo il crollo del cavalcavia A-14 a CameranoIntervento dei Vigili del Fuoco dopo il crollo del cavalcavia A-14 a CameranoIntervento dei Vigili del Fuoco dopo il crollo del cavalcavia A-14 a Camerano

Gli operai stavano sollevando la campata del ponte con dei martinetti, quando la struttura ha ceduto: evidentemente qualcosa è andato storto: E’ inconcepibile eseguire lavori di questa natura senza chiudere l’A14“. Questo il commentato del sindaco di Castelfidardo, Roberto Ascani.

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Ancona Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!