AnconaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

Rifiuti abbandonati nei dintorni di Jesi, artigiano 50enne denunciato dalla Polizia

L'uomo avrebbe scaricato in un terreno agricolo oltre 100 metri cubi di vari materiali di scarto

1.128 Letture
commenti
Polizia

Le indagini portate avanti per circa un mese dalla Polizia di Stato di Jesi hanno permesso di risalire all’identità di un artigiano del posto, responsabile dell’abbandono di rifiuti speciali.

La vicenda ha avuto inizio a metà dello scorso mese di settembre, quando un agricoltore jesino ha segnalato alle forze dell’ordine la presenza di una gran quantità di immondizia su un terreno agricolo di sua proprietà.

L’analisi dei materiali di scarto rinvenuti, composti per la maggior parte da cartongesso e contenitori di vernici, ha fatto sì che i poliziotti rinvenissero diversi indizi riguardanti la loro origine, grazie alla presenza di scontrini e altri frammenti cartacei.

Dopo aver raccolto una decina di testimonianze, gli agenti hanno infine ristretto il cerchio attorno al 50enne T.M., già finito nei guai con la legge in passato per un illecito analogo. L’individuo in questione, che dovrà ora sobbarcarsi la spesa della rimozione di oltre 120 metri cubi di materiali vari, è stato pertanto denunciato per abbandono di rifiuti pericolosi e nocivi e attività clandestina di gestione dei rifiuti: il sospetto degli inquirenti, infatti, è che il 50enne abbia smaltito illegalmente i residui delle lavorazioni effettuate da altri due artigiani operanti nella Vallesina.

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Ancona Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!