AnconaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

Sfruttamento dei lavoratori negli autolavaggi di Macerata e Falconara, un arresto

Scattate le manette nei confronti di un 36enne egiziano, già condannato a un anno e sei mesi di reclusione

1.281 Letture
commenti
carabinieri, auto, gazzella, 112

Un 36enne di nazionalità egiziana è stato tratto in arresto per il reato di sfruttamento del lavoro in seguito a un’operazione congiunta condotta dai Carabinieri di Macerata e Falconara Marittima.

Le forze dell’ordine si sono imbattute nelle prime irregolarità in occasione di un controllo effettuato il 30 novembre scorso presso un autolavaggio situata a Macerata: qui, infatti, i militari avevano accertato la presenza di due lavoratori extracomunitari, impiegati in nero e con una retribuzione e un orario lavorativo non conforme alle normative vigenti in atto. Uno di loro, connazionale del titolare, si era persino ricavato un alloggio di fortuna nei locali dell’attività, benché in condizioni igienico-sanitarie non certo ottimali.

Ulteriori indagini hanno poi portato alla scoperta di un secondo autolavaggio ubicato nel comune di Falconara Marittima, nel quale altri tre lavoratori erano sfruttati con una paga di circa 3 euro l’ora a fronte degli 8 previsti dalla legge.

Il 36enne è stato pertanto tratto in arresto con l’accusa di caporalato, mentre i suoi due autolavaggi sono invece stati posti sotto sequestro: successivamente al patteggiamento, il Tribunale di Ancona ha condannato l’individuo in questione a un anno e sei mesi di reclusione e al pagamento di una sanzione pecuniaria pari a 1.400 euro.

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Ancona Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!