AnconaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

Frode fiscale da 7 milioni di euro in provincia di Ancona, otto le persone denunciate

Venute alla luce le irregolarità compiute nella compravendita di dispositivi tecnologici quali smartphone, pc e tablet

592 Letture
commenti
Guardia di Finanza

Indagini portate avanti per oltre un anno da parte della Guardia di Finanza hanno consentito di denunciare otto persone, responsabili di aver frodato il fisco italiano per circa 7 milioni di euro.

Secondo quanto ricostruito dalle Fiamme Gialle, il gruppo avrebbe provveduto all’acquisto di ingenti quantità di computer, smartphone e tablet attraverso tre società fittizie con sede a Roma, per poi rivendere i dispositivi tecnologici omettendo di pagare le imposte Iva: complessivamente, vi sarebbe stato un giro d’affari quantificato in 30 milioni di euro.

L’operazione, chiamata “Black Wall“, ha portato alla denuncia di cinque commercianti tra i 39 e i 73 anni operanti in provincia di Ancona, nonché di tre cittadini ungheresi utilizzati come prestanome: le accuse mosse a loro carico sono riciclaggio di denaro, frode fiscale, emissione e utilizzo di fatture per operazioni inesistenti.

Infine, su indicazione del Tribunale di Ancona, la Guardia di Finanza di Jesi ha proceduto al sequestro di beni per 4 milioni di euro, tra cui un’attività commerciale situata a Jesi, veicoli, proprietà immobiliari e un’imbarcazione di circa 8 metri ancorata presso il porto dorico.

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Ancona Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!