AnconaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

Controlli anti-Covid ad Ancona, scattata la chiusura temporanea per tre locali

I titolari delle attività, sanzionati di 400 euro ognuno, dovranno tenere le saracinesche abbassate per cinque giorni

Polizia

Ben tre locali ubicati ad Ancona sono stati temporaneamente chiusi per il mancato rispetto delle norme anti-Covid, secondo quanto accertato dai controlli della Polizia di Stato.

Gli agenti hanno svolto le verifiche in questione nei giorni scorsi, riscontrando diverse violazioni.

Presso un locale situato nelle vicinanze di piazza del Plebiscito, le forze dell’ordine hanno sorpreso il titolare (il 58enne R.G.) a servire la clientela senza indossare la mascherina obbligatoria; stesso comportamento di cui si è macchiato il 31enne C.A., proprietario di un bar di via Mazzini.

Intorno all’ora di pranzo di lunedì 22 novembre, invece, i poliziotti sono intervenuti in un ristorante etnico di via Fiorini dopo essere stati contattati dall’addetto al controllo dei Green Pass: l’uomo, infatti, era stato spintonato da una folla di persone che pretendevano di entrare nel locale per festeggiare un battesimo.

Una volta sul posto, gli agenti hanno constatato come all’interno del ristorante vi fosse un numero di avventori decisamente superiore alla capienza massima, tanto che alcuni di loro stavano consumando del cibo in piedi. La titolare dell’attività, la 20enne C.M., era già finita nei guai nei mesi scorsi per delle simili irregolarità.

I tre locali dovranno ora rimanere chiusi al pubblico per almeno cinque giorni, mentre i rispettivi proprietari sono stati sanzionati di 400 euro.

 

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Ancona Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!