AnconaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

Madre e figlia aggredite alle porte di Jesi, identificato il responsabile

Si tratta di uno studente appena maggiorenne, ora accusato del reato di lesioni volontarie gravissime

1.125 Letture
commenti
Ambulanza

Si è costituito il responsabile della brutale aggressione avvenuta nel pomeriggio di sabato 4 giugno in via Montelatiere, ai confini del territorio comunale di Jesi.

Poco dopo le ore 18.00, un giovane si è infatti scagliato senza motivi apparenti contro una donna di 90 anni, la quale si trovava nell’orto della propria abitazione. Dopo aver picchiato l’anziana con numerosi calci e pugni, l’aggressore si è rivolto anche contro sua figlia, 60 anni, ferendo anch’essa prima di darsi alla fuga.

Per via delle ferite e dei traumi riportati, la 90enne verserebbe tutt’ora in condizioni critiche. La figlia se l’è invece cavata con lesioni giudicate guaribili nell’arco di una decina di giorni.

Nelle ultime ore il giovane si sarebbe presentato spontaneamente di fronte alle forze dell’ordine, in compagnia dei suoi familiari. Si tratta di un ragazzo appena maggiorenne, che avrebbe picchiato le due donne dopo aver abusato di sostanze alcoliche: è accusato di lesioni volontarie gravissime.

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Ancona Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!