AnconaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

Aggravamento della misura cautelare, 26enne finisce in carcere ad Ancona

Il giovane era stato condannato a due anni e dieci mesi di reclusione per dei reati commessi a Senigallia nel 2018

561 Letture
commenti
Polizia, Poliziotti, Volanti

Nel pomeriggio di martedì 10 ottobre un 26enne di nazionalità ghanese è stato condotto in carcere per via del mancato rispetto dell’affidamento in prova ai servizi sociali.

Nel maggio del 2021, il giovane era stato condannato a due anni e dieci mesi di reclusione per rapina e lesioni personali, reati da lui commessi a Senigallia nel 2018 ai danni di altri due stranieri: dopo essere state picchiate, le vittime si erano viste sottrarre portafoglio, denaro e altri oggetti di valore.

Dal 2022, in seguito all’affidamento in prova ai servizi sociali, il 26enne ha potuto scontare la sua pena presso la propria abitazione di Ancona, con la possibilità di lasciarla per ricorrere a eventuali cure mediche nel territorio regionale.

Tuttavia, nella giornata del 5 ottobre scorso, egli è stato sorpreso dalla Polfer a bordo di un treno diretto a Milano, città presso la quale si è trattenuto per diversi giorni per motivi di lavoro che non è stato in grado di documentare. Così, su indicazione del magistrato di sorveglianza del Tribunale di Ancona, per lui si sono ora aperte le porte del carcere di Montacuto.

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Ancona Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!