AnconaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

Irregolarità in cantieri edili a Senigallia e Sirolo: lavori sospesi, denunce e sanzioni

I Carabinieri del NIL hanno riscontrato numerose violazioni a norme di sicurezza: tre attività sospese, multe per 40mila euro

1.192 Letture
commenti
Carabinieri del NIL in un cantiere edile

Continua l’attività del NIL (Nucleo Carabinieri Ispettorato del Lavoro) di Ancona con la collaborazione dei militari del Comando Provinciale Carabinieri di Ancona, nell’ambito dei controlli finalizzati a prevenire e reprimere i fenomeni dello sfruttamento del lavoro, di quello sommerso e a verificare il rispetto della normativa sulla tutela della salute e sicurezza dei lavoratori nei luoghi di lavoro, intensificando gli accessi ispettivi nei vari settori produttivi, in particolar modo in quello edile.

Tali controlli hanno avuto come obiettivo un cantiere edile situato sul lungomare di Senigallia.

I militari, al termine degli accertamenti, hanno contestato alle due ditte presenti in cantiere numerose violazioni alle norme di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro, tra le quali irregolarità nell’installazione del ponteggio e deposito di materiale edile sullo stesso.

Ben più grave è risultata essere la mancanza di protezione contro i contatti elettrici diretti. Ciò ha portato i carabinieri del NIL a emettere il provvedimento di sospensione delle lavorazioni in cantiere e alla successiva denuncia a piede libero di un impresario edile del posto e del titolare della ditta subappaltante.

Sono state contestate ammende per oltre 10.000 euro.

Carabinieri del NIL in un cantiere edileUn’altra ispezione dei Carabinieri del NIL è stata effettuata presso un cantiere edile nel comune di Sirolo.

Anche da questo controllo sono emerse diverse irregolarità, relative al montaggio delle opere per prevenire il pericolo di caduta dall’alto da parte dei lavoratori. Per tale motivo, nei confronti delle due aziende presenti in cantiere sono stati emessi dal NIL Carabinieri i provvedimenti di sospensione dell’attività imprenditoriale.

I due datori di lavoro, entrambi di origine straniera, sono stati denunciati a piede libero presso la Procura della Repubblica di Ancona.

Inoltre, i Carabinieri hanno elevato sanzioni amministrative e ammende dell’importo complessivo di circa 20.000 euro. E’ stato sanzionato anche il Coordinatore per la Sicurezza in fase di esecuzione del cantiere, per non aver correttamente vigilato sulle lavorazioni in atto, con un’ammenda di circa 10.000 euro.

I controlli continueranno nei prossimi giorni anche in altri settori produttivi.

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Ancona Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!