AnconaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

Manifestazione della Cgil a Roma: dalle Marche partono oltre 100 pullman

5.000 persone in piazza per dire che la crisi non si risolve licenziando. L'adesione del mondo culturale

2.469 Letture
commenti
manifestazione della Cgil per il lavoro

Saranno 103 i pullman che partiranno per Roma per la manifestazione della CGIL di sabato 25 ottobre e, come nelle altre regioni, nelle Marche continuano ad arrivare adesioni ma non ci sono più pullman disponibili. La presenza dei marchigiani che raggiungeranno Roma in pullman, treno, mezzi privati sarà ben oltre le 5.000 persone.

Porteremo in piazza a Roma la preoccupazione e la voglia di cambiamento dei lavoratori marchigiani, che stanno pagando più di altri il prezzo della crisi in termini di licenziamenti, precarietà, disoccupazione giovanile, cassa integrazione, crescita delle difficoltà economiche delle famiglie e della povertà“, dichiara Roberto Ghiselli, Segretario Generale della CGIL Marche.
“Con noi – aggiunge Ghiselli – ci saranno anche precari, giovani, studenti e tanti lavoratori delle imprese in crisi che attendono dal Governo risposte precise e immediate”.

Tante persone per dire con forza che il problema del Paese è il lavoro e che il lavoro non si crea cancellando i diritti e le tutele ma con una diversa politica economica, con investimenti pubblici e privati e soprattutto con la crescita della domanda interna.
In particolare, non è cancellando il diritto al reintegro in caso di licenziamenti ingiustificati, demansionando i lavoratori e favorendo i controlli a distanza che si favorisce l’occupazione.

Manifestazione con le bandiere della CgilSecondo gli ultimi dati dell’Istat, nelle Marche l’emergenza lavoro è forte con 70.000 marchigiani in cerca di lavoro e un tasso di disoccupazione al 9,8% che, tra gli under 25, ha raggiunto la cifra record del 36,1%. A questi dati vanno aggiunti quelli altrettanto drammatici della cassa integrazione che, nei primi 8 mesi dell’anno, ha sfiorato i 30 milioni di ore, equivalenti al mancato lavoro di 24.000 persone.

A sostegno della manifestazione della Cgil del 25 ottobre 2014 sono pervenute le adesioni di esponenti marchigiani del mondo accademico, della cultura, dell’arte e della comunicazione e dell’associazionismo.
Tra i tanti, spiccano Stefano Pivato, rettore dell’Università di Urbino, Ugo Ascoli, docente ateneo dorico, la giornalista Rai, Francesca Alfonsi, Mario Dondero, fotoreporter, Angelo Ferracuti, scrittore. L’elenco contempla, tra le numerose personalità, anche Stefano Celli, magistrato, l’attore Giorgio Montanini, il critico letterario Massimo Raffaelli, il poeta Francesco Scarabicchi.

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Ancona Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!