AnconaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

Delitto di Agugliano, sarà ascoltata dal giudice anche la bimba di sei anni

Era in casa quando avvenne l'accoltellamento di Dimitru Bordea. Unica indagata la moglie Maria Andrada

4.708 Letture
commenti
Tribunale di Ancona

La piccola di sei anni figlia dell’uomo ucciso a coltellate lo scorso 2 marzo potrebbe aver assistito all’omicidio del papà avvenuto in casa ad Agugliano. E’ quanto sostiene il pm Giovanna Lebboroni nel processo a carico della moglie e mamma Maria Andrada, indagata per l’uccisione del marito 33enne Dimitru Bordea.

La bimba di appena sei anni era infatti in casa quando avvenne l’accoltellamento alla gola dell’uomo, inizialmente inscenato come un suicidio. La donna, accusata del fatto, aveva sostenuto di aver portato via da casa le due figlie di 3 e 5 anni data la condizione del marito che, ubriaco, aveva iniziato a spaccare mobili e altri oggetti oltre a minacciare il suicidio.

Le indagini del Commissariato di Osimo però avevano portato a un’altra strada: quella dell’omicidio premeditato per la “situazione di esasperazione e di disperazione” come ha riportato il procuratore Elisabetta Melotti dato che entrambi erano disoccupati, non riuscivano a mantenere le figlie e il problema dell’alcolismo dell’uomo.

Alla piccola di sei anni è stata fatta una perizia psicologica per capire se potesse reggere il colloquio con il giudice per le udienze preliminari Alberto Pallucchini, e il perito incaricato ha dato il via libera. Sarà effettuato in forma protetta.

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Ancona Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!