AnconaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

Whirlpool apre alla possibilità di bloccare i 1.335 licenziamenti annunciati

Passi avanti nella trattativa presso il Ministero dello Sviluppo economico: reagiscono in maniera diversa le diverse sigle sindacali

1.853 Letture
commenti
Sede Indesit

Filtra finalmente un po’ di speranza dalle trattative condotte a Roma tra delegati Whirlpool, rappresentanti sindacali e istituzioni, in merito all’annunciata chiusura degli stabilimenti di Albacina, Carinaro e None.

Nel corso dell’incontro andato in scena martedì 12 maggio presso il Ministero dello Sviluppo economico, l’azienda americana, per la prima volta dalla presentazione del piano che prevede 1.335 esuberi a livello nazionale, ha aperto alla possibilità di scongiurare i licenziamenti, individuando al contempo nuove produzioni da destinare agli stabilimenti interessati.

La multinazionale statunitense, rappresentata dall’amministratore delegato per l’Italia Davide Castiglioni, ha inoltre dichiarato che non procederà con gli esuberi unilaterali fino al 2018, rispettando in tal modo i patti sottoscritti da Indesit a fine 2013.

I sindacati, rappresentati da Marco Bentivogli, Maurizio Landini e Rocco Palombella, hanno avuto reazioni contrastanti al termine dell’incontro: Bentivogli (Fim), pur con qualche riserva, si è detto fiducioso dei prossimi sviluppi della trattativa; anche Landini (Fiom) ha accolto favorevolmente la piega presa dagli eventi, sebbene abbia ricordato come Whirlpool non si sia discostata dal piano originale, aprendo però su degli interventi successivi; molto negativo è stato invece il giudizio di Palombella (Uilm), che ha bocciato le proposte della multinazionale americana, definendole inadeguate alla situazione venutasi a creare.

Il prossimo confronto tra azienda e sindacati avverrà venerdì 15 maggio alle ore 15, mentre un nuovo incontro in sede ministeriale è stato programmato per mercoledì 20 maggio alle ore 12.

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Ancona Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!