AnconaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

Comune di Offagna sul lastrico a causa di un risarcimento milionario

Prevista un'assemblea pubblica per mercoledì 10 febbraio: pronto alle dimissioni il sindaco Stefano Gatto

4.735 Letture
commenti
Offagna

Il futuro di Offagna è ormai appeso ad un filo: il risarcimento nei confronti della famiglia di Amos Guzzini, bambino precipitato in un dirupo nel lontano 1997, rischia concretamente di mandare sul lastrico il Comune.

Già nello scorso mese di dicembre l’amministrazione comunale era stata messa con le spalle al muro da una richiesta iniziale di 2,2 milioni di euro, successivamente ridottisi a 1,2 su decisione della Corte d’Appello: secondo quanto riferito dal sindaco Stefano Gatto, però, anche quest’ultima somma sarebbe impraticabile per le esigue casse comunali.

L’amministrazione ha già visto tornare al mittente la propria proposta di risarcimento (intorno ai 700.000 euro) ritenuta inadeguata dalla famiglia Guzzini: allo stesso modo si è risolta con un nulla di fatto anche la richiesta di accedere ad un mutuo, per cui si è ormai a corto di alternative.

Gatto, dichiaratosi pronto alle dimissioni nel peggiore dei casi, ha comunque convocato un’assemblea pubblica per mercoledì 10 febbraio, da tenersi presso la sede locale della Pro Loco, nella quale verrà illustrata nei dettagli la drammatica situazione venutasi a creare: se non si dovesse riuscire a trovare una soluzione, infatti, il Comune di Offagna andrebbe inevitabilmente incontro al commissariamento e al successivo scioglimento.

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Ancona Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!