AnconaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

Carcerato suicida a Montacuto, il Garante dei diritti in visita nella struttura

Nel mirino la carenza di personale della Polizia Penitenziaria e le gravi problematiche di diversi detenuti

1.484 Letture
commenti
carcere, casa circondariale, prigione

Visita all’istituto penitenziario di Montacuto da parte del Garante regionale dei diritti alla luce di quanto accaduto nelle ultime ore. “Sono ancora in atto – sottolinea Nobili –  le verifiche necessarie a stabilire la dinamica dei fatti. La situazione complessiva desta preoccupazione soprattutto in relazione alle carenze di organico che caratterizzano l’attività della polizia penitenziaria ed alla presenza di detenuti con problematiche di carattere psicologico e psichiatrico. Vanno sicuramente ottimizzate, inoltre, le risposte alle esigenze degli stessi detenuti”.

Una panoramica complessiva già evidenziata nel recente incontro promosso da Nobili con i rappresentanti della polizia penitenziaria, che avevano chiesto una maggiore attenzione sul versante della sorveglianza e della sicurezza.

Il Garante ha già inoltrato al Dipartimento dell’amministrazione penitenziaria presso il Ministero della Giustizia un’informativa sulle criticità che si stanno registrando nel carcere anconetano di Montacuto, chiedendo che vengano attivati tutti gli interventi necessari per un loro superamento.

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Ancona Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!