AnconaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

Fiamme e densa nube di fumo dalla raffineria Api di Falconara

Le cause dell'incendio sono da ricondurre alla rottura di una tubazione, ma non sono stati registrati feriti. Arpam sul posto

1.595 Letture
commenti
Incendio raffineria Api di Falconara

Nella mattinata di giovedì 24 febbraio una densa nube di fumo e fiamme si è elevata dalla raffineria Api di Falconara.

Le emissioni si sono rese visibili in tutta l’area limitrofa all’impianto, con segnalazioni anche dalla zona del Cesano di Senigallia e da tutto il capoluogo anconetano.

Sul posto i Vigili del Fuoco hanno placato le fiamme e non sono stati registrati feriti.

Intorno alle ore 11.30 del 24 febbraio, ha informato in serata la Regione, per la rottura di una tubazione, si è sviluppato un incendio presso la raffineria API di Falconara, che ha coinvolto olio combustibile e gasolio pesante. L’incendio è stato prontamente domato dai Vigili del Fuoco che tuttavia sono ancora presenti presso l’installazione al fine di escludere ed evitare lo sviluppo di eventuali ulteriori focolai.

“Arpam, presente sul posto – dichiara l’assessore all’Ambiente Stefano Aguzzista monitorando la situazione e verificando i dati delle centraline di monitoraggio della qualità dell’aria presenti a Falconara, nelle prossime ore sarà quindi in grado di riferire circa i risultati di tali indagini e di formulare le prime valutazioni. Tuttavia, la durata temporale limitata dell’incendio e l’altezza del pennacchio che si è sviluppato, sembra in un primo momento non costituire motivo di preoccupazione circa il potenziale inquinamento della qualità dell’aria”.

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Ancona Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!